Nutrire l’olivo con il concime AGRIOLIVO

Concime organo minerale di Agribios Italiana appositamente studiato per la nutrizione dell’olivo

L’olivo è la coltura arborea più diffusa sul territorio nazionale e ad eccezione di poche aree del nord, è presente in ogni luogo d’Italia. Il nostro Paese produce olio di grande pregio, riconosciuto in tutto il mondo. Il territorio italiano, così eterogeneo e variegato, è in grado di caratterizzare questo prodotto dell’agricoltura decisamente apprezzato dai consumatori e inserito di diritto nella dieta mediterranea.

AGRIOLIVO è il concime organo minerale di Agribios Italiana appositamente studiato per la nutrizione dell’olivo. La sua composizione è orientata a soddisfare le esigenze specifiche della coltura che vanno da un fabbisogno d’azoto prolungato (per questo motivo contiene azoto a lenta cessione) ad apporti di meso e micro elementi fondamentali per la produzione e la resa dell’olio.

AGRIOLIVO consente, con un solo passaggio, di apportare assieme alla frazione minerale contenente azoto a cessione graduale, fosforo e potassio, anche un’importante quantità di matrice organica altamente umidificata e di meso elementi. È noto che la maggior efficacia nutrizionale di un concime organominerale rispetto al tradizionale concime minerale dipende dalla qualità della matrice organica e dal suo grado di umificazione (contenuto di acidi umici).

La matrice organica di AGRIOLIVO è costituita da una miscela di letami altamente umificati, della migliore qualità fermentati naturalmente per un periodo complessivo di circa 180 giorni in un luogo coperto e ventilato. Questo lungo periodo di maturazione riduce il tenore di umidità, arricchisce la sostanza organica di acidi umici, neutralizza il pH e sanifica la massa rendendola esente da nematodi, salmonelle, patogeni, antibiotici e semi di erbe infestanti.

I vantaggi derivanti dall’uso del concime AGRIOLIVO

  • apporto di sostanza organica umificata che migliora le caratteristiche del terreno;
  • protezione degli elementi nutritivi grazie all’azione chelante degli acidi umici contenuti nella sostanza organica;
  • miglioramento generale dell’efficienza della concimazione;
  • apporto di nutrienti secondari e microelementi contenuti nella matrice organica anche se solo il magnesio, lo zolfo e lo zinco sono in quantità dichiarabile per legge;
  • miglioramento della struttura del terreno

Materie Prime

Proteine animali trasformate e parzialmente idrolizzate, letame essiccato, solfato ammonico, urea formaldeide, solfato di potassio, fosfato biammonico.

Formulazione e Dose

  • formulazione: E pellet ∅ 3,8 mm
  • dose: 600-800 kg/ha OPPURE 3-6 kg/pianta
Nutrire l’olivo con il concime AGRIOLIVO - Ultima modifica: 2021-05-27T16:24:41+02:00 da Olivo e Olio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome