Home Ricerca scientifica

Ricerca scientifica

Studi scientifici sui temi più rilevanti della moderna olivicoltura, dalla prevenzione delle malattie dell'olivo all'olivicotura biologica, fino alle tecniche di estrazione dell'olio

Evoo Research’s Got Talent 2020

Evoo Research’s Got Talent premia i giovani esperti dell’extravergine

Si è chiusa a Bari la prima edizione dell’Evoo’s Research Got Talent. Tre giorni di formazione multidisciplinare, trentacinque partecipanti e sei ricercatori premiati per le migliori ricerche scientifiche nelle tematiche della filiera olivicolo-olearia
raccolta meccanizzata delle olive

Raccolta meccanizzata e manuale, effetti sulla qualità

La modalità di raccolta incide sull’integrità del frutto e sulla qualità del prodotto finale, ma gli effetti dei danni sulle drupe possono essere molto attenuati dalla riduzione dei tempi di stoccaggio e dalla tempestiva lavorazione delle olive
concimazione fogliare azotata olivo

Azoto per via fogliare, solo se necessario

Uno studio recente condotto su Frantoio aggiunge un tassello alle conoscenze sulle esigenze nutrizionali dell’olivo e chiarisce come in assenza di carenza di azoto non si riscontrino effetti positivi dall’applicazione alla chioma durante l’inolizione
ricerca xylella

Xylella, indirizzi e progressi della ricerca

Il controllo dei vettori, la resistenza varietale, lo studio di mezzi di contrasto della malattia e della prevenzione per le aree ancora indenni: dello stato della ricerca si è parlato al convegno Olea 2019 organizzato dall’istituto agrario di Pescia
controllo della verticilliosi dell'olivo

Verticilliosi, nuovi approcci e trattamenti sperimentali

Il controllo di Verticillium dahliae con nuove strategie di disinfezione del suolo e metodi biologici è stato oggetto di due recenti studi condotti in Spagna
cultivar resistenti alla xylella

Progetto POnTE: sei cultivar con caratteri di resistenza/tolleranza alla Xylella

Lo ha comunicato Donato Boscia dell’Ipsp-Cnr di Bari alla 2ª Conferenza europea su Xylella ad Ajaccio (Corsica). Ma nessuna è risultata migliore di Leccino
irrigazione olivo con acque reflue depurate

Irrigare l’olivo con acque reflue depurate

Una ricerca svolta in Israele apre nuovi orizzonti all’impiego delle acque reflue. Una pratica che consente di ridurre l’uso di fertilizzanti e delle risorse idriche, senza intaccare resa e qualità

E-magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende
E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

Bottone #1

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

fioritura olivo genotipo

Epoca di fioritura: quanto conta la genetica

La fioritura è uno stadio fenologico critico per l’olivo ed un processo che risente negativamente dalle alte temperature primaverili. Mentre la selezione di cultivar a fioritura precoce non appare promettente, sembra più importante valutare altri parametri qualitativi delle infiorescenze
olivicoltura italiana progetto molti

Produrre di più: strategie per diversi modelli olivicoli

Gli obiettivi del progetto di ricerca MOLTI: aumentare le produzioni olivicole attraverso il recupero di oliveti tradizionali, ma anche tecniche colturali per impianti ad alta densità con varietà italiane
concimazione azotata su olivo

Concimazione azotata e mosca dell’olivo

Un’abbondante apporto di azoto può ritardare la maturazione dei frutti, provocando, però, la riduzione della suscettibilità dei frutti agli attacchi di mosca; l’osservazione da uno studio di recente pubblicazione sulla varietà portoghese Cobrançosa
stime produttive in olivicoltura

Stime produttive più accurate misurando polline e fioritura

La misura della concentrazione del polline di olivo nell’aria permette di tracciare e quantificare l’andamento della fioritura: si è rivelata un indicatore importante che migliora l’affidabilità delle stime produttive di grandi comprensori olivicoli
olivicoltura mediterranea

Temperature elevate, i rischi per l’olivicoltura mediterranea

Gli effetti sulla fisiologia dell’olivo dell’innalzamento delle temperature: calo di produttività, anticipo dell’epoca di maturazione e riduzione della resa in olio rischiano di mettere a repentaglio la coltivazione di questa specie nel bacino del mediterraneo
olivicoltura in toscana

L’olivicoltura toscana guarda al futuro

I risultati dei Progetti Integrati di Filiera (Pif) finanziati dalla Regione Toscana sono stati illustrati nel convegno “L’Olivicoltura in Toscana fra passato e futuro” organizzato lo scorso 10 dicembre dall’Accademia dei Georgofili
potassio

Potassio: essenziale ma quanto?

Anche se è uno degli elementi maggiormente apportati con le concimazioni, l’olivo potrebbe beneficiarne meno di quanto si pensi. Un recente studio valuta gli effetti sull’accrescimento e sulla risposta alle limitazioni idriche.
biogas

Biogas, opportunità per il settore oleario

Come le sanse, le acque di vegetazione possono essere reimpiegate, attraverso processi fermentativi, per la produzione di energia. Allo studio le potenzialità e la messa a punto di sistemi efficienti per il loro trattamento
stress idrico in olivicoltura irrigua

Stress idrico e crescita del frutto

La gestione in deficit idrico controllato è ormai prassi laddove si pratichi l’olivicoltura irrigua: un deficit che deve essere imposto solo nelle fasi fenologiche meno sensibili
inerbimento in oliveto

L’inerbimento migliora le proprietà del suolo

La presenza di un prato permanente nell’oliveto protegge il suolo dai fenomeni erosivi, aumenta la capacità di conservazione dell’acqua e mantiene la fertilità. Una pratica utile per oliveti in produzione
css.php