Home Ricerca scientifica

Ricerca scientifica

Studi scientifici sui temi più rilevanti della moderna olivicoltura, dalla prevenzione delle malattie dell'olivo all'olivicotura biologica, fino alle tecniche di estrazione dell'olio

biodiversità olivicola marche

Marche: biodiversità olivicola, alla ricerca delle origini

L’impegno di Assam per lo sviluppo dell’olivicoltura marchigiana attraverso la caratterizzazione e la valorizzazione del patrimonio olivicolo locale, il recupero e la conservazione del germoplasma olivicolo marchigiano, le attività di supporto agli olivicoltori
sputacchina biotremologia

Xylella, sputacchina: dalla biotremologia un futuro controllo sostenibile?

Alcuni studi sulle forme di comportamento del principale vettore di Xylella fastidiosa aprono nuovi orizzonti per il contenimento del batterio
biogas

Biogas dai sottoprodotti della molitura delle olive

Verso un frantoio sempre più sostenibile con la produzione di biogas. Le indicazioni del Dipartimento di Agraria dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, impegnato nell'ambito del Progetto S.O.S nelle attività inerenti la digestione anaerobica di tali sottoprodotti
Oleum

Oleum, l’analisi dei composti volatili è molto promettente

I primi risultati della ricerca dimostrano l’efficacia di questo strumento di controllo nell’affiancare il panel test. Per Assitol, che ha creato una task force per sperimentare il sistema con le aziende del comparto, occorre proseguire gli studi, puntando sulla collaborazione tra filiera e mondo accademico
packaging olio

Packaging 2.0, nuove soluzioni sostenibili per gli oli vergini di oliva

Il vetro rappresenta la scelta ottimale per il confezionamento dell’olio extra vergine di oliva. Esistono tuttavia nuove possibili soluzioni di packaging, in grado di rappresentare una valida alternativa al vetro in termini di performance finale e sostenibilità ambientale
olivo varietà minori

Olivo, le varietà minori in Abruzzo, Calabria, Puglia e Sardegna

Il loro ruolo strategico per l’olivicoltura del futuro è stata discussa in un seminario organizzato dal progetto S.O.S.
taggiasca

Taggiasca, migliorare gli standard qualitativi delle olive in salamoia

Il progetto Csot vuole risolvere il grave problema della comparsa del biofilm microbico sulle salamoie delle olive da mensa, molto sentito dagli olivicoltori in Liguria

E-magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende
E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

Bottone #1

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

foglie olivo

Le foglie di olivo, preziosa risorsa da valorizzare

Gli estratti fenolici ottenuti da foglie di olivo, costituiti da molecole caratterizzate da proprietà bioattive, possono essere utilizzati nella formulazione di prodotti nutraceutici oppure essere inclusi come ingrediente in formulazioni alimentari o di interesse cosmetico o farmaceutico
micropropagazione olivo

Produrre olivi per micropropagazione

Negli ultimi anni sono state superate le criticità tecniche e messi a punto protocolli di moltiplicazione efficienti: la propagazione in vitro dell’olivo è oggi una realtà per il vivaismo olivicolo
nanotecnologie xylella

Nanotecnologia e Xylella, nanoparticelle per ridurre la carica batterica

Primi risultati positivi dal progetto “Demetra”, che confermano gli esiti già osservati dall’applicazione di nanotecnologie su piante modello in serra. Ma sono da prendere con debita prudenza, perché non ancora avvalorati statisticamente in maniera significativa
progetto sos

Progetto S.O.S., nuove tecnologie non distruttive per conoscere la maturazione delle...

L’Università di Milano sta definendo un prototipo per individuare in maniera non distruttiva il grado di maturazione delle olive
progetto alive

Progetto Alive, l’innovazione nell’olivicoltura da tavola

Il progetto del Crea-Ofa punta a introdurre innovazioni di processo e di prodotto per migliorare la produzione di olive da mensa e le tecnologie di trasformazione
esoscheletri passivi in olivicoltura

Esoscheletri passivi in olivicoltura, parte progetto della CIA di Imperia

Nell’ambito della misura M16.02 del Psr Regione Liguria. Capofila Cipat-Cia; partner: Università di Genova, Valle Ostilia e Olivicoltori Sestresi
olivo varietà casaliva

Olive del Garda Trentino: confermato legame tra Casaliva e territorio

Ora per la storica varietà di olivo dell’Alto Garda c’è anche un “certificato di nascita”. Nell’ambito della convenzione tra Fondazione Edmund Mach e Agraria Riva del Garda sono stati analizzati nei laboratori di San Michele all’Adige oltre cento olivi del Garda Trentino tra i 204 e 584 anni
xylella boscia

Xylella, Boscia (Cnr-Ipsp Bari) riceve menzione dal premio Maddox

Per aver studiato e fronteggiato l’epidemia di Xylella “nonostante i procedimenti legali e una campagna diffamatoria”
acque di vegetazione

Acque di vegetazione dei frantoi, da scarto a ricchezza

Considerate difficili da smaltire, possono costituire una risorsa per contribuire a risanare i suoli minacciati dalla desertificazione e, se opportunamente trattate, per ottenere prodotti ad alto valore aggiunto
olivicoltura in lombardia

Olivicoltura in Lombardia, nuove emergenze fitosanitarie

In un incontro promosso dalla Direzione generale Agricoltura della Regione sono stati presentati i risultati del primo anno di lavoro del progetto “Olivicoltura 2030”
css.php