Sicurezza in frantoio e Covid-19

sicurezza frantoio
Norme e procedure per garantire la sicurezza degli operatori e dei clienti. Oltre alle cautele divenute comuni negli ultimi mesi, alcuni suggerimenti per una gestione più efficiente e sicura delle operazioni

Agli inizi del 2020 la sicurezza sul lavoro si è trovata a fronteggiare nuove e inaspettate realtà.

I brevi, e non esaustivi, suggerimenti qui contenuti si basano su alcune parole chiave (organizzazione, temperatura corporea, distanziamento, mascherina e igienizzazione delle mani) e tengono conto dei grandi progressi tecnologici degli strumenti di uso comune quali computer, telefonini, tablet, videocamere e termometri a distanza che possono e debbono essere di aiuto nella loro attuazione.

A breve il mondo olivicolo si troverà ad affrontare le fasi della raccolta e dell’estrazione dell’olio dalle olive, e nuove situazioni dovranno essere gestite per limitare i rischi di contagio. In questo contesto operativo la prima prevenzione sarà giocata dall’organizzazione del lavoro e dalla corretta e precisa previsione di tutte le attività da svolgere. La piena consapevolezza del susseguirsi delle operazioni e la previsione dei movimenti di ciascun operatore saranno il prerequisito per la corretta gestione e per la tutela della salute:

  • comportamenti,
  • distribuzione di strumenti,
  • macchinari
  • e risorse.

Ovviamente, mai come in questa campagna olearia, la visita medica preventiva e un test sierologico saranno un’opportuna precauzione che potrà tutelare gli imprenditori e tutti gli operatori.

Olivicoltori e gestione del piazzale

indossare la mascherina
scendere dall'auto con la mascherina indossata.

Il frantoiano, anche quest’anno, vedrà il piazzale aziendale riempirsi di olivicoltori, raccoglitori, proprietari agricoli e olive. Rimodulare l’organizzazione del lavoro e degli spazi, garantire il distanziamento e indossare la mascherina sarà la strategia più opportuna a prevenire i contagi.

Con ogni probabilità, questa sarà l’occasione nella quale il frantoiano e gli olivicoltori riusciranno ad applicare la gestione della lavorazione delle olive su appuntamento; pratica già ben radicata in alcuni territori, molto rispettata in frantoi bene organizzati, ma ancora da migliorare in un grande numero di attività produttive.

Sarà cura del frantoiano informare ciascun avventore sui rischi di contagio per tutelarsi, tutelare i propri collaboratori e tutti coloro che frequenteranno il suo frantoio. Anche la cartellonistica sarà parte integrante dell’informazione. (...)

Leggi l’articolo completo su Olivo e Olio n. 5/2020

Dall’edicola digitale al perché abbonarsi

Sicurezza in frantoio e Covid-19 - Ultima modifica: 2020-09-11T19:30:45+02:00 da Barbara Gamberini

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome