Officine Meccaniche Toscane, macchine perfezionate per la frangitura e l’estrazione

frangitori sfr di omt
Innovazione nelle macchine per il frantoio targata OMT: dai frangitori a coltelli dalla geometria innovativa per evitare il riscaldamento eccessivo della pasta di olive, al decanter di nuova generazione ad alta efficienza

Da oltre 80 anni attive sul mercato degli impianti oleari con risultati prestigiosi le Officine Meccaniche Toscane S.p.A. negli ultimi anni hanno concentrato l’attenzione sulle fasi più importanti della lavorazione delle olive: la frangitura e l’estrazione. Il frutto di questo lavoro sono i nuovi frangitori SFR/A e SFR/B insieme alla nuova centrifuga orizzontale per la produzione di olio di oliva a due fasi Euro X 2.0 EVOO.

Frangitori SFR/A e SFR/B

Le Officine Meccaniche Toscane da sempre realizzano frangitori a coltelli di diverse dimensioni, consapevoli, come gli studi scientifici hanno poi confermato, della bontà del prodotto estraibile con tali frangitori. Per questo non hanno mai smesso di svilupparli e perfezionarli in modo da poter garantire il miglior bilanciamento quali-quantitativo del processo di estrazione.

Tra le principali caratteristiche migliorative dei nuovi frangitori a coltelli SFR/A ad asse verticale, vi è quello di un maggiore rapporto diametro/altezza della griglia e la “geometria aperta” del fondo griglia. Mantenendo quasi inalterata la superficie di lavoro interna, la minore altezza della griglia legata alla geometria “aperta” del fondo, consente ai coltelli di frangere le olive abbattendo la possibilità di permanenza eccessiva dell’oliva all’interno della stessa. Questo permette di migliorare ancora la riduzione della polpa senza eccedere nella riduzione (o polverizzazione) del nocciolo e della mandorla interna, ed evitare problematiche di eccessivo riscaldo.

Altre caratteristiche innovative: la sottostante camera di frangitura cilindrica è provvista di rasatore meccanico che convoglia la pasta in uscita dalla griglia direttamente alla pompa monovite di travaso, eliminando lo stazionamento della pasta all’interno del frangitore. La camera è inoltre provvista di lavaggio rotante che permette una facile, veloce ed approfondita pulizia della griglia e delle pareti della camera assicurando la sanificazione desiderata della macchina.

I frangitori hanno la possibilità di montare griglie con fori di diametro diverso o in alternativa organi frangenti diversi (martelli o coltelli) e qualora richiesto possono essere provvisti di giri variabili per modificare il bilanciamento di processo ed adattarlo alla proprie esperienze.

Estrazione: nuovo Decanter Euro x 2.0 Evoo

Si tratta di una macchina a due fasi di ultima generazione, in grado di lavorare senza utilizzare i separatori finali; la macchina riesce a lavorare anche senza aggiunta di acqua di miscelazione con una portata oraria di 2.000 kg/h di pasta di olive.

estrazione olio omt

Questo decanter rappresenta l’avanguardia tecnologica nell’estrazione centrifuga ed è l’evoluzione del modello più piccolo da noi costruito, che ha avuto, negli ultimi anni, un grande successo, il decanter Pegaso 1000, apprezzato per l’eccezionale qualità degli oli ottenuti, e per le rese, senza confronto con le macchine della concorrenza.

Da un punto di vista tecnico, questa macchina è dotata di un doppio tamburo; grazie ad un particolare disegno di coclea e tamburo, l’impasto oleoso percorre l’intera lunghezza del tamburo, aumentando in tal modo il tempo di permanenza della pasta di olive all’interno dello stesso e riuscendo così a recuperare una maggior quantità di prodotto di altissima qualità. L’assoluta novità riguarda il percorso di chiarificazione a cui viene sottoposto il prodotto all’interno del tamburo: il mosto oleoso infatti entra in un secondo tamburo (a bassa velocità) situato al centro e, percorrendo in senso inverso la sua lunghezza, riesce a eliminare completamente le mucillaggini e i corpi in sospensione garantendo un olio finale di altissima qualità.

Queste nuove macchine si caratterizzano per un ottimo rapporto tra capacità e Kw impiegati, come quello dell’SFR/A, che raggiunge 3:1; lavora fino a 45 q/h con 15 Kw/h, in quanto non vi sono sforzi di attrito (che causerebbero calore) e di “polverizzazione” inutili.

OMT Officine Meccaniche Toscane

La macchina è inoltre corredata da un semplice kit per lo svuotamento rapido del tamburo, che permette di lavorare in partitario ogni singolo cliente, garantendogli tutto il suo prodotto.

Il decanter ha anche la possibilità di regolare il livello dell’olio presente all’interno del tamburo, in modo da poterlo adattare a lavorare anche le piccole partite con più facilità.


Leggi la rassegna commerciale delle macchine olearie
pubblicata su Olivo e Olio n. 5/2019

Dall’edicola digitale al perché abbonarsi

Officine Meccaniche Toscane, macchine perfezionate per la frangitura e l’estrazione - Ultima modifica: 2019-09-20T12:04:08+00:00 da Olivo e Olio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome