COMPETiTiVE, claim salutistici per valorizzare gli oli extravergini di oliva di alta qualità

progetto competitive
Dopo tre anni di ricerche il progetto COMPETiTiVE è giunto al termine dell'attività e ha organizzato il convegno “Claim salutistici e valorizzazione degli oli extravergini di oliva di alta qualità” per presentare tutti i risultati ottenuti

Dare alla filiera olivicola nuove opportunità e soluzioni per essere competitiva sui mercati e per far conoscere ai consumatori i grandi effetti benefici dell’olio extravergine di oliva sulla salute. È quanto hanno fatto in tre anni di lavoro i ricercatori impegnati nel progetto COMPETiTiVE sostenuto da AGER - AGroalimentare E Ricerca. I risultati di questa ricerca triennale sono stati presentati nel corso di un convegno tenuto in presenza ad Anacapri (Na) e fruibile in live streaming sulla pagina Facebook di Ager (su cui è possibile rivedere l’intero convegno).

COMPETiTiVE, finalità e risultati del progetto

Ager 1
Foto Ager

«COMPETiTiVE (Claims of Olive oil to iMProvE The market ValuE of the product) è un progetto di ricerca triennale per migliorare la competitività della filiera dell’olio extravergine di oliva italiano – ha introdotto Raffaele Sacchi, docente di Industrie Agrarie dell’Università di Napoli Federico II e responsabile scientifico del progetto stesso –. Il progetto si è focalizzato sull’analisi degli health claims, su come il loro inserimento in etichetta possa influenzare positivamente il comportamento di acquisto dei consumatori e sul ruolo che hanno per comunicare gli effetti benefici dell’olio sulla salute. La ricerca, inoltre, si è concentrata sulla messa a punto di tecniche innovative per migliorare le caratteristiche nutrizionali e sensoriali dell’olio, studiando una nuova tecnica di estrazione tramite ultrasuoni e nuove tecniche per la stabilizzazione dell’olio dopo l’estrazione».

Gli studi hanno riguardato anche il mantenimento delle qualità negli oli prodotti da drupe attaccate dalla mosca delle olive e nuove analisi sulla torbidità dell’olio per conoscerne l’influenza sulla conservabilità. «Infine il progetto ha studiato i polifenoli, scoprendo sconosciuti effetti benefici sulla salute, in particolare nella prevenzione dei tumori del colon e del fegato, nel controllo del diabete e dell’ipercolesterolemia. Tutti questi risultati sono stati presentati in occasione del convegno, che ha offerto una grande opportunità di confronto con gli stakeholders e i policy makers della filiera, dando la possibilità di conoscere e approfondire i risultati di tre anni di intensa attività scientifica, a totale beneficio di un settore cardine per l’agricoltura italiana».

Dopo la tavola rotonda “Tra normative comunitarie e politiche di intervento: i claim nutrizionali (health claims) per l’olio extra vergine di oliva a 10 anni dalla loro introduzione”, con la partecipazione dei diversi attori della filiera olivicola-olearia e policy-maker, il convegno si è articolato in quattro sessioni.

I consumatori di olio extravergine di oliva

Ager 2
Foto Ager

La prima sessione, "I consumatori di olio extravergine di oliva tra salutismo, profilo sensoriale e indicazioni salutistiche", ha evidenziato come il miglioramento della competitività di un prodotto passa necessariamente attraverso l’innalzamento della qualità percepita dal consumatore finale. Le caratteristiche intrinseche ed estrinseche dell’olio extravergine di oliva concorrono alla formazione di una dimensione qualitativa ricca di diverse sfaccettature. A rendere ancora più articolata la percezione del prodotto intervengono l’aspetto salutistico, i relativi claim salutistici e l’interazione di tali elementi con il profilo sensoriale del prodotto. I lavori presentati nella sessione hanno affrontato proprio l’analisi di tale complessità e il ruolo che la comprensione delle informazioni salutistiche sembrerebbe avere sulle scelte di acquisto, sulla percezione del prodotto e, infine, sulle preferenze dei consumatori finali.

Innovazione tecnologica

Ager 3
Foto Ager

Il processo di estrazione dell’olio extravergine, con la qualità delle olive, è un fattore fondamentale per garantire la massima espressione qualitativa dell’olio. La seconda sessione, “Innovazione tecnologica”, ha proposto un focus su alcune innovazioni di processo recentemente sviluppate e sulle strategie di gestione dell’olio appena prodotto per ottimizzarne la qualità sensoriale, nutrizionale e la shelf-life.

Qualità nutrizionale

Ager 4
Foto Ager

Negli ultimi anni c’è stato un veloce incremento di conoscenze sulle proprietà nutrizionali dell’olio extravergine di oliva, in relazione sia alle azioni di prevenzione di numerose malattie degenerative, infiammatorie e cardio-vascolari, sia ai meccanismi biologici alla loro base. La terza sessione, "Qualità nutrizionale", ha presentato i principali risultati ottenuti su tali aspetti nell’ambito del progetto COMPETiTiVE e nuove visioni sulle proprietà funzionali degli oli extravergini di alta qualità.

Controllo qualità e gastronomia

Ager 5
Foto Ager

Nell’ultima sessione, “Controllo qualità e gastronomia”, sono stati approfonditi gli aspetti metodologici e analitici legati alla valutazione accurata dei biofenoli negli oli extravergini di oliva italiani e sono state descritte le principali interazioni di queste molecole (antiossidanti amari) con la saliva e la loro influenza sul rilascio degli aromi dell’olio. Infine sono state sottolineate alcune proprietà funzionali delle molecole biofenoliche nei processi di cottura e nell’interazione con gli altri ingredienti alimentari in preparazioni gastronomiche tradizionali e innovative.

 

Da Ager impegno per olivicoltura di qualità sostenibile

AgerL’olivicoltura è la coltivazione dell’olivo finalizzata alla produzione di olio, un settore strategico per l’agroalimentare Made in Italy. Ager - Agroalimentare e ricerca lo sostiene con 2,5 milioni di euro destinati a innovare i processi produttivi e di trasformazione dell’olio extra vergine di oliva, valorizzare il prodotto e incentivarne il consumo.

I fondi sono stati assegnati, con bando pubblico, a tre progetti di ricerca innovativi:

  • Sustainability of the Olive - oil System (S.O.S.), coordinato dall’Università di Bari;
  • Valorization of Italian OLive products through INnovative analytical tools (VIOLIN), coordinato dall’Università di Messina;
  • Claims of Olive oil to iMProvE The market ValuE of the product (COMPETiTiVE), coordinato dall’Università di Napoli Federico II.

Con il sostegno ai tre progetti, Ager svolge un impegno concreto per un’olivicoltura in grado di produrre oli di qualità in maniera economicamente e ambientalmente sostenibile, tutelando la qualità del prodotto.

COMPETiTiVE, claim salutistici per valorizzare gli oli extravergini di oliva di alta qualità - Ultima modifica: 2021-09-08T12:05:28+02:00 da Giuseppe Sportelli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome