Olio tra arte e cultura: premio Pandolea 2020

premio pandolea 2020
La cerimonia di premiazione di Pandolea 2020.
Quarta edizione per Il Premio “Ranieri Filo della Torre”, promosso dall’Associazione delle donne dell’olio. Premiate le migliori opere letterarie e tesi scientifiche sui temi dell’olivicoltura e della cultura dell’olio extravergine di oliva

Assegnati a Roma, nell’Auditorium “Giuseppe Avolio” di Cia-Agricoltori Italiani, i premi ai finalisti del Concorso internazionale “Ranieri Filo della Torre”, promosso dall’Associazione Pandolea, che unisce in sé donne imprenditrici di piccole e medie imprese, produttrici di olio extravergine di qualità. L’iniziativa è nato con l’obiettivo di esaltare sul piano letterario, artistico e scientifico il mondo dell’olivicoltura, ed è giunta quest’anno alla sua quarta edizione.

La cerimonia è stata inaugurata dal saluto di Marida Iacona della Motta, moglie di Ranieri, introdotta dal moderatore dell’evento, il giornalista Maurizio Pescari.

A seguire, sono intervenuti alla cerimonia:

  • Stefano Francia, Giunta nazionale Cia-agricoltori italiani;
  • Pierluigi Silvestri, della Federazione Regionale olio Lazio di Confagricoltura;
  • Maria Lisa Clodoveo, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio;
  • Sabrina Diamanti, Conaf;
  • Sergio Auricchio, direttore di Agra Editrice
  • e Loriana Abbruzzetti, presidente di Pandolea.

Quest’anno, sono stati un centinaio i partecipanti al Concorso, tra autori di poesie e narrativa, selezionati dalla giuria presieduta da Bruno Gambacorta, giornalista Rai, con Fiorella Cappelli e Loriana Abbruzzetti.

Le tesi di laurea, scelte da un comitato di accademici presieduto dal prof. Riccardo Gucci, sono state, invece, 14 e tutte di ottimo livello.

Pandolea, la rete e i progetti internazionali

L’evento, inoltre, è stato occasione importante per ricordare attraverso la consegna di una targa alla delegazione greca presente in sala, la pluriennale collaborazione tra Pandolea e il comune di Agrinio in Grecia, con il quale si sta lavorando per la costituzione della Rete delle donne dell’olio del Mediterraneo, sostenuta dal Coi.

Al fine di organizzare attività di educazione alimentare nei rispettivi territori, è stato siglato il protocollo d’intesa tra l’Associazione Pandolea e il Comune greco di Agrinio.

«Il protocollo - ha dichiarato Loriana Abbruzzetti, presidente di Pandolea - impegna le parti ad attivare forme di collaborazione per la promozione di progetti condivisi e finalizzati alla valorizzazione degli oli extravergini di oliva di qualità, allo sviluppo dell’imprenditoria femminile, alla diffusione della cultura alimentare e salutistica nelle scuole».


I vincitori di Pandolea 2020

Nell’ambito del Concorso internazionale “Ranieri Filo della Torre” sono stati assegnati premi e menzioni speciali alle migliori opere letterarie e tesi scientifiche sui temi dell’olivicoltura e della cultura dell’olio extravergine di oliva.

Giulia Vicario premiata Pandolea 2020
Giulia Vicario riceve il premio per la migliore tesi di Laurea Magistrale.

Sezione Scientifica

Giulia Vicario – Laurea Magistrale
Irene Raggi – Laurea Triennale
Maddalena Lo Gatto – Laurea Triennale
Elisa Pannucci – Dottorato

Sezione Poesia

Bruno Fiorentini – “L’Olivo”

Menzioni speciali: Rosa Anna Quagliariello – “Ode all’olio”; Veruska Vertuani – “Una croce sul pane”; Giuliana Bardelli – “Purezza”; Vincenzo Cerasuolo – “L’oro del cilento”.

Sezione Narrativa

Antonio Moresi – “Olio e vita”

Menzioni speciali: Giovanni Enrico Agosteo – “Don Mico e l’olio del barone di Caprarotta”; Maria Luisa Antonini – “L’ultimo raccolto”; Alessandro Petruccelli – “L’oliveto che mi ha fatto studiare”.


 

Olio tra arte e cultura: premio Pandolea 2020 - Ultima modifica: 2020-03-04T11:51:44+01:00 da Olivo e Olio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome