Ue, olio di oliva: produzione attuale e stime di consumi e scorte a fine annata

ue olio di oliva
La Commissione europea traccia il consuntivo per la produzione di olio di oliva e stima in meno di 500.000 t le scorte finali al termine della campagna di raccolta e produzione 2020/21

Oltre 2 milioni di tonnellate di olio d’oliva nella campagna 2020-2021: è la produzione dell’Ue al 30 aprile, secondo il consuntivo tracciato dalla Commissione europea. Il consumo interno (escluse le esportazioni) nei principali paesi produttori è stimato in 1.382.369 t, le scorte a fine annata in meno di 500.000 t.

La produzione di olio di oliva nell’Ue

La raccolta delle olive e la produzione di olio d’oliva nell’Ue a 27 Paesi membri sono state ormai completate. La Spagna, secondo l'ultimo anticipo mensile di aprile della Commissione europea, ha concentrato il 68% (più di due terzi) della produzione totale di olio d’oliva della campagna 2020/21.

In pratica la Spagna ha prodotto 1.385.519 tonnellate (t) alla fine di aprile, con una stima finale di 1,4 milioni di t, dopo aver aggiunto altre 2.934 t il mese scorso. Segue la Grecia, con una produzione di 273.000 t e una previsione finale di 275.000 t (+3.500 t ad aprile). L’Italia è relegata al terzo posto, con una produzione di 268.027 t e una stima finale di 270.000 t (appena 384 t in più ad aprile). Seguono, molto distaccati dal trio di testa, Portogallo, con 100.000 t, Francia (5.200 t), Croazia (4.547 t), Cipro (4.483 t) e Slovenia (900 t). In totale, la produzione comunitaria di olio di oliva al 30 aprile 2021 si è attestata a 2.036.472 t. La previsione è che rimarrà al di sotto di 2.1 Mt, arrivando a 2.061.789 tonnellate.

Il consumo interno

Secondo la Commissione europea, inoltre, il consumo interno (escluse le esportazioni) in questi principali Paesi produttori è stimato in 1.382.369 t, di cui 550.000 t in Spagna, 500.000 t in Italia, 115.100 t in Francia, 110.000 t in Grecia, 80.000 t in Portogallo, 7.000 t in Croazia, 6.569 t a Cipro, 2.700 t in Slovenia e 1.000 t a Malta.

Le scorte a fine annata 2020-2021

Infine, per quanto riguarda le scorte al termine della campagna 2020-2021, cioè al prossimo 30 settembre, la Commissione europea ha stimato che saranno inferiori a mezzo milione di t (497.697 t), di cui il 70,6% in Spagna, con 351.200 t, mentre l’Italia ne avrà 85.000 t, la Grecia 60.300 t e Cipro 1.197 t.

Ue, olio di oliva: produzione attuale e stime di consumi e scorte a fine annata - Ultima modifica: 2021-05-25T11:06:58+02:00 da Giuseppe Sportelli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome