Filtro Evo, da Aeb il sistema di filtrazione di profondità per un olio evo eccellente

filtro evo
Una soluzione semplice, economica e sicura per eliminare le impurità dall'olio appena spremuto e renderlo immediatamente imbottigliabile

Il mantenimento delle caratteristiche di eccellenza dell’olio extravergine d'oliva più a lungo possibile nel tempo dopo la fase di ottenimento in frantoio è un obiettivo sempre più ricercato da parte dei produttori oleari.

Studi scientifici hanno confermato che l’olio extravergine esprime il massimo delle sue caratteristiche a livello chimico, organolettico, nutrizionale e salutistico subito dopo l’estrazione. Ovvero all’uscita dal decanter o dal separatore.

In questo momento però l’olio presenta alla vista un'elevata torbidità dovuta alla sospensione di una serie di sostanze. Acqua finemente micronizzata, aria, proteine, enzimi, pectine, mucillagini, polvere, terra ecc.

filtro evo
A sinistra olio non filtrato, a destra olio filtrato con Filtro Evo.

La filtrazione con Filtro Evo a moduli lenticolari

Queste frazioni altamente dannose possono essere eliminate agevolmente mediante filtrazione con Filtro Evo di Aeb Group e moduli lenticolari Danmil Disc con grado di filtrazione da 30 a 5 micron. Questa tecnologia consente di ottenere olio extravergine di oliva dai 15 ai 19 Ntu, ovvero perfettamente limpido-brillante, nel momento stesso in cui si spreme. E quindi disporre di olio imbottigliabile pochi minuti dopo la frangitura.

Il sistema filtrante è stato ampiamente sperimentato con il supporto e la collaborazione dei ricercatori e tecnici dell’Istituto per la Bioeconomia del Cnr di Sesto Fiorentino. I risultati ottenuti sono disponibili in un report certificato.

Con Filtro Evo è possibile illimpidire in continuo l’olio extravergine d'oliva appena prodotto con una gestione semplice, sicura ed economica.

Il processo di filtrazione avviene completamente al di fuori del contatto con l’aria. Anche lo scarico degli housing avviene tramite un comando da quadro e può essere effettuato spingendo l’olio con gas azoto collegando una bombola. L’inverter e il motoriduttore consentono di filtrare anche a portate molto basse (in genere è il caso dei frantoi) ed evitare sbalzi di pressione. Notevoli risparmi di tempo e facilità di gestione gestione del filtro. Costi ridotti di filtrazione.

Per maggiori informazioni su Filtro Evo clicca qui

Vai allRassegna sull'impiantistica e la gestione del frantoio
pubblicata su Olivo e Olio n. 5/2020

Dall’edicola digitale al perché abbonarsi

Filtro Evo, da Aeb il sistema di filtrazione di profondità per un olio evo eccellente - Ultima modifica: 2020-08-04T18:58:13+02:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome